Diagnosi auto fai da te con ELM 327 Obd-II

Super Mini v2.1 ELM 327 OBD-II  diagnosi autovettura fai da te, questo piccolo gioiellino riesce tramite connessione can bus autovettura di rilevare i dati dalla centralina:

1) Legge i codici generici di errore  e visualizza il loro significato (Oltre 3000 definizioni generiche di errore dal database)

2) Cancella errore Mil ( spia motore accesa)

3) Dati dei sensori autovettura

4) Regime motore

5) Valore di carico

6) Temperatura motore

7) Stato del sistema di iniezione

8) Velocità del veicolo

9) Temperatura esterna autovettura

10) Carburante presente nel serbatorio

11) Pressione collettore di aspirazione

12) Anticipo

13) Temperatura aria aspirata

14) Portata Aria

15), Numero di giri

16) Portata di ossigeno  / carburante

17) Tensione di alimentazione

18 ) Pressione del carburante
e tanti altri valori che si possono controllare con un dispositivo di autodiagnosi di officina. Obd-II elm 327,   permette di far risparmiare tanti soldi per la diagnosi dell’autovettura effettuata in officina, è utile in una pre diagnosi prima di recarsi dal meccanico ma anche come strumento interno dell’auto per rilevare i dati durante un percorso.Il dispositivo si interfaccia facilmente con notebook, tablet e smartphone, la confezione contiene un software free installabile su notebook per effettuare la diagnosi dell’autovettura.

autodiagnosi obd-II elm 327

Ci sono altri software per interfacciarsi all’elm327, tra questi l’applicazione più usata in rete è Torque Pro costa su play store circa € 3.55, viene installato su smartphone e tablet android, mostra molti parametri e permette di azzerare gli errori da centralina, la grafica è molto ben curata e il numero di giri viene rilevato in tempo reale.

torquepro ELM 327 Obd-II

lista errori rilevati da centralina nell’immagine che segue

errori

un’altra applicazione valida per questo dispositivo è E OBD2 Facile la versione valida di questa applicazione è quella a pagamento costa circa € 14,99

Caratteristiche Super Mini Elm 327 OBD-II V2.1

Funziona con tutti i veicoli conformi OBD-II
Senza fili (Bluetooth)
Software incluso per PC Windows
Supporta SAE J1850
Supporta CAN-bus
Supporto del protocollo
ISO15765-4 (CAN)
ISO14230-4 (KWP2000)
ISO9141-2

E’ possibile comprare Super mini Elm 327 v2.1 su Amazon o su Wish a modiche cifre che non superano i € 10,00.

 

Aggiornamento hard disk Asus r501v n56vm

Abbiamo già visto come aggiornare la ram per un Asus r501v n56vm, in questo tutorial vedremo come aggiornare l’hard disk montato di fabbrica di capacità 750 gb 5400rpm e 8 mb di cache con un hgst da 1 TB con velocità di 7200rpm e 32mb di cache comprato su Amazon si tratta di un HGST HTS721010A9E630

Rimuoviamo il pannello posteriore del notebook, si ricorda che prima di procedere con qualunque operazione di aggiornamento hardware sul notebook, bisogna rimuovere il cavo di alimentazione e la batteria.

pannello asus

pannello posteriore n56vm

facciamo scivolare il pannello posteriore  e andiamo sul lato sinistro del pannello ed incominciamo a smontare le viti di fissaggio dell’hard disk

hard disk n56vm

notebook senza pannello posteriore

questo è come si presenta il notebook asus n56vm una volta rimosso il pannello posteriore

smontiamo ora le viti che fissano l’hard disk alla struttura

smontare

viti di fissaggio posti sulla struttura sata dell’hard disk

smontate le quattro viti di fissaggio e facciamo ora leva sulla linguetta in plastica,  posta sul lato sinistro dell’hard disk

hard disk 750

linguetta in plastica

hard disk 750 1

hard disk rimosso dalla sua sede

prendiamo il nostro hard disk  HGST HTS721010A9E630

hgst7200

HGST HTS721010A9E630

ed inseriamo il supporto nella struttura sata del notebook

 

hgst7200

struttura sata notebook

ora non resta che reinserire il supporto nel notebook

hgst720022

alloggiamento hard disk del notebook

reinserire il tappo_rig

gommino adesivo posto su vite di fissaggio

chiuso il nostro pannello posteriore non ci resta che installare il sistema operativo da un supporto dvd o chiavetta usb, e ripristinare il nostro notebook asus r501v n56vm. Dai nostri benchmark 32 mb di cache e 7200 rpm di rotazione dell’hard disk hanno reso il nostro notebook molto performante.

Aggiornamento RAM Acer Extensa 5635Z

La campagna pubblicitaria di Microsoft suggerisce di comprare un nuovo desktop o notebook per passare al nuovo sistema operativo di windows 10, cosa che per un sistema Linux non ce ne bisogno  e poi non sempre in famiglia si ha modo di sostenere un’altra spesa aggiuntiva per comprare un nuovo computer, quello che faremo in questo tutorial è quello di aggiornare la ram di un notebook con processore dual core da 2 gb di ram a 4 gb di ram, con la possibilità di installare in un secondo momento sia windows 10 che una distro Linux. acer extensa 5635ZPrima di procedere con l’installazione , dobbiamo essere in possesso di un banco ram compatibile per questo notebook, il banco ram è stato acquistato su Amazon, siamo riusciti a trovare un banco ram identico a quello installato in condizione usato, al prezzo di €12,50 con 1,50 di spese di spedizione.Il banco ram è una Samsung M471B5673EH1-CF8 da 2gb, samsung ramper individuare il modello di ram installato e controllare gli slot disponibili sul notebook, abbiamo utilizzato il programma RAMMon, un programma capace di individuare la ram all’interno del computer con tutti i dati relativi alla frequenza e al clock, in più controlla gli slot disponibili e suggerisce l’acquisto del banco ram su Amazon con un link search. Procediamo con ordine per installare il banco ram sul nostro notebook, procuriamoci un cacciavite a croce magnetizzato (cacciavite solitamente utilizzato dagli elettricisti) e incominciamo a smontare le viti del pannello inferiore del notebook, ora prima di procedere in qualunque operazione, è importante rimuovere la batteria e l’alimentazione del notebook.acer extensa rimuovere il pannello

Installazione

Aperto il pannello individuiamo lo slot libero dove installare il modulo ram, facendo una lieve pressione spingiamo il nuovo banco ram all’interno dello slot facendo scattare le due molle laterali.acer moduli ramInstallato il modulo nel notebook Acer extensa 5635z chiudiamo il pannello, mettiamo di nuovo la batteria all’interno del notebook e colleghiamolo alla presa di alimentazione. Avviamo ora il sistema operativo e controlliamo se l’installazione ha avuto esito positivo, qualora il modulo non venisse inserito nella corretta posizione all’interno dello slot, saremo di fronte ad una schermata nera all’avvio del bios.Con il tasto destro su Computer sul desktop clicchiamo su proprietà 4 gb di ram l’installazione nel nostro caso è andata a buon fine, possiamo ora sia passare al nuovo sistema operativo windows 10  che installare una distro Linux come Ubuntu o derivata come Linux Mint.

Aggiornare la RAM su ASUS R501V series n56vm

Aggiornare la RAM per ASUS R501V series n56vm, la prima operazione da compiere prima di aggiornare la ram al nostro notebook, è necessario trovare il modulo ram compatibile per il nostro notebook. Quasi tutte le case produttrici di memorie ram (Corsair, Crucial, Kingston) hanno la ricerca sul proprio sito dei componenti compatibili per i desktop e i notebook, oltre ai moduli ram si possono ricercare: alimentatori modulari, hard disk ssd, memorie ram per desktop e per notebook. Scegliamo come casa produttrice per le memorie ram la Kingston, oltre ad un ottimo rapporto qualità/prezzo, risultano quelle più compatibili per macchine desktop e laptop ed hanno una garanzia a vita. Il notebook Asus n56vm ha di default 4 gb di ram ddr3, verranno aggiunti 8 gb di ram ddr3 in totale dopo l’installazione avremo 12gb di ram. Dopo aver inserito la marca e il modello del notebook sulla ricerca della Kingstone, il risultato di ricerca ha mostrato una serie di moduli e ssd compatibili per il nostro Asus n56vm, nei risultati abbiamo scelto il modulo da 8 gb:

Kingston KVR16S11/8 Memoria RAM da 8 GB, 1600 MHz, DDR3, Non-ECC CL11 SODIMM, 204-pin 1.5 V

Procediamo ora con l’installazione del modulo ram, prima di procedere con l’installazione della ram è bene rimuovere la batteria o l’alimentazione a cavo dal notebook.

Immagine Descrizione
Aggiornare la RAM per ASUS R501V series n56vm rimuovere il tappo in gomma posizionato sulla vite del pannello posteriore
pannello asus rimuovere la vite e scorrere il pannello verso il basso
modulo ram  inseriamo il modulo ram nel secondo slot libero, assicurando di aver inserito per bene il modulo ram all’interno dello slot
modulo ram modulo ram dopo lo scatto delle chiusure
modulo inserito notebook pronto per essere riassemblato
notebook montato una volta inserito il modulo ram, chiudiamo il pannello ed inseriamo la batteria o il cavo di alimentazione
12 gb di ram Dopo aver acceso il notebook, andare con il tasto destro del mouse sull’icona del computer cliccare sul menu a tendina proprietà e controllare se il nostro modulo appena installato viene riconosciuto dal nostro sistema operativo a 64bit, in questo caso il modulo viene riconosciuto e il nostro notebook è stato aggiornato con un  un totale di 12gb di ram complessivi

 

 

Il modulo memoria ddr3 per L’Asus n56vm, può essere acquistato sia sul sito della  kingston che da altri negozi online , il modulo ram è stato acquistato su Amazon con spedizione gratuita senza Prime.

Dv6 con schermo nero metodo per recuperare il bios corrotto

Hp dv6-6C73EL

Hp dv6 con schermo nero si presenta nello stato di macchina accesa , ventola accesa e lampeggio del caps due volte di seguito, da manuale HP per la serie dv6 – 6c73el quando si presenta in questa condizione l’errore HP segnala bios corrotto o non funzionante, questo può avvenire sia nel caso di un aggiornamento del bios che non è andato a buon fine, da uno sbalzo di tensione con la presa sotto corrente, infine si può verificare che  l’hardware installato non compatibile e il bios insyde crasha. In rete si trovano molti metodi tra questi un metodo consiste in accendere il pc attendere 10-20 minuti, nel momento in cui la ventola gira più velocemente per raffreddare la macchina togliere il cavo corrente ed inserirlo nuovamente nella macchina infine accendere il notebook e il notebook torna di nuovo a funzionare,alcuni utenti con questo metodo hanno ripristinato il notebook hp altri no.Il secondo metodo per il ripristino del bios e recuperare il portatile ormai non funzionante, è il ripristino del bios, effettuare il download del bios dal sito ufficiale HP  nella sezione del modello dv6, poi dopo rinominare il file con estensione .FD e fare altre due copie con estensione .bin e .rom , questo metodo è ampiamente discusso in rete si trovano molte guide a riguardo, nel nostro caso questo metodo non ha funzionato quindi procediamo oltre e ripristiniamo il nostro notebook. Come procedere per resettare un bios non funzionante ? I metodi che si utilizzavano una volta a rischio e pericolo di perdere completamente la memoria cmos del bios erano:

  1. ponticellare con jumper due contatti indicati nel manuale della scheda madre;
  2. ponticellare sulla scheda madre due piste con un filo di rame ;
  3. premere un mini tasto rosso posizionato vicino alla memoria cmos con la scritta reset;
  4. quando non era presente uno dei metodi già menzionati bisognava rimuovere la batteria e attendere dai 2 ai 10 minuti per resettare il bios.

IMG_20160324_090833_compressed IMG_20160324_090900_compressedNel nostro caso ci siamo affidati al 4° e ultimo metodo, cioè quello di togliere la batteria per resettare il bios, smontando il pannello inferiore del notebook la batteria del cmos è in vista ed è posizionata dietro il supporto dell’hard disk interno, facendo leva con un cacciavite , sollevare la batteria dal vano e attendere dai 2 ai 10 minuti (per essere sicuri meglio attendere 10 minuti). Inserire di nuovo la batteria nel vano, collegare il cavo di alimentazione del notebook dv6 , accendere il notebook dv6 senza premere i tasti win+B , il notebook tornerà a funzionare dopo un breve errore segnalato all’avvio del sistema e due beep.

dv6-6c73el